Festa della Sacra Spina Andria

Il 25 marzo 2016 la città di Andria sarà protagonista di un evento spirituale lungamente atteso, carico di risonanze per la chiesa diocesana e la comunità: la Festa della Sacra Spina.
La partecipazione a tale evento è così sentita da travalicare i meri confini religiosi e divenire una manifestazione popolare. L’indissolubile legame tra la città e la sacra reliquia è il presupposto necessario da cui partire per poter comprendere pienamente l’evento in tutte le sue sfumature.

Brevi cenni storici sulla Sacra Spina di Andria

Numerose sono le spine oggetto di culto sparse per tutta Europa e ritenute appartenenti alla corona che realmente cinse il capo di Gesù Cristo.
Questa era venerata come reliquia a Gerusalemme già nel secolo V e, passando poi da Costantinopoli a Luigi IX di Francia, alcune delle sue spine giunsero in Italia portate da Carlo d’Angiò.

Di tali spine, una è quella che si trova proprio nella nostra Puglia, nella città di Andria, e che è denominata e conosciuta appunto come “Sacra Spina di Andria”. Tale reliquia è molto cara al popolo andriese ed è custodita gelosamente nella Chiesa Cattedrale sin dal 1308, anno in cui Beatrice, figlia di Carlo II d’Angiò e contessa di Andria, la offrì come dono e segno della sua benevolenza al Capitolo Cattedrale della città.

Accadde, poi, che nel 1799 l’esercito francese saccheggiò e distrusse la città andriese, rubando e vendendo all’asta anche il reliquiario contenente la Sacra Spina, la quale, però, fortunatamente, dopo alterne vicende e passaggi di proprietà, ritornò ad Andria nel 1837.

L’importanza della Sacra Spina di Andria

La Sacra Spina di Andria ha acquistato rinomanza per il suo carattere prodigioso.
Vari sono stati gli eventi miracolosi verificatisi nel corso dei decenni, il primo nel 1633 e l’ultimo nel 2005, osservato da una commissione di medici ed esperti che hanno annotato le variazioni di colore e la comparsa di un piccolo rigonfiamento rosso rubino.

25 marzo 2016: miracolo della Sacra Spina

Il nuovo prodigio della Sacra Spina è atteso per il 25 marzo 2016, giorno in cui il Venerdì Santo coinciderà con la solennità dell’Annunciazione del Signore.
Tale evento si inserisce, impreziosendolo, all’interno del ricco calendario di iniziative attuate per l’Anno Giubilare della Misericordia, indetto e concesso da Papa Francesco alla chiesa diocesana su richiesta del Vescovo Mons. Raffaele Calabro. Lo speciale anno di grazia, inaugurato il 24 marzo 2015, si concluderà il 3 aprile 2016, festa della Divina Misericordia.

La Sacra Spina è esposta alla venerazione nella cappella apposita della Cattedrale di Andria sin dal 1 novembre 2015 e sarà poi traslata nella cappella di San Riccardo nel giorno del Venerdì Santo come da tradizione. Anche quest’anno, come nel 2005, sarà nominata una commissione di canonici e laici, i quali, insieme ad un notaio, osserveranno e attesteranno le eventuali modifiche sulla Sacra Spina.

Dopo il 2016, il 25 marzo sarà ancora un Venerdì Santo nel 2157. Comprensibile, quindi, quale possa essere la trepidazione e la partecipazione con cui quest’anno si attende il prodigioso evento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *