Blog

Arte e tradizioni del Carnevale di Putignano

Arte e tradizioni del Carnevale di Putignano

25.02.2020

Alle porte della Valle d’Itria ogni anno durante il periodo del Carnevale, Putignano si trasforma in un enorme palcoscenico all’aperto, dove prendono vita gli imponenti e spettacolari carri allegorici in cartapesta.

Il Carnevale di Putignano è tra i carnevali pugliesi più antichi e lunghi d’Europa. Una manifestazione ricca di eventi e adatta ad ogni età, in cui vengono alternati riti sacri e profani strettamente legati alla tradizione ed allo spettacolo.

Personaggi famosi, maschere di carattere, artisti cittadini ed avventori danno vita ad una festa collettiva, che fonde in un mix unico creatività, goliardia, dissacrante satira, cultura e tradizione.

Protagonisti di questo famosissimo carnevale pugliese sono i carri allegorici in cartapesta chiamati a portare in scena, da più di 600 edizioni, temi legati alla politica, cultura ed attualità.I giganti di cartapesta nascono dal lavoro sapiente e dalla passione dei maestri cartapestai di Putignano, con un’arte forgiata nel tempo, custodita e tramandata da generazioni. Ogni cartapestaio impiega circa quattro mesi per realizzare il proprio carro, in un procedimento lungo e variegato.

Tra le maschere presenti, Farinella è la vera personificazione dello spirito del Carnevale di Putignano. Il suo nome è preso in prestito ad un piatto simbolo della cucina putignanese: una farina finissima, ricavata da ceci e orzo.

A volte dipinto come ubriacone, altre come ingegnoso salvatore della città, Farinella è metafora di allegria e riflessione, gioia e malinconia. In una sola parola: vita.

Esperienza indimenticabile, il Carnevale di Putignano è una tappa imperdibile se si viaggia alla scoperta della bellissima Murgia dei trulli e delle grotte nel periodo che va dal 26 Dicembre (data dei festeggiamenti in onore del Santo Patrono e inizio del Carnevale) fino a fine Febbraio.