Blog

Vacanze in Puglia: scopri la Green Road. Il fascino del Territorio delle 100 masserie

18.08.2019

Nel cuore della valle d’Itria, vicinissimo ad Alberobello un viaggio insolito e originale parte alla scoperta del Territorio delle 100 masserie immerse in scenari incantevoli pronte a raccontare un passato lontano ricco di tradizioni e cultura. Il nucleo centrale di questa vasta zona tutta da esplorare è situato nel comune di Crispiano e tutto il territorio è percorso dalla Green Road. Un itinerario poco conosciuto, magico e misterioso, che raggruppa una serie di Masserie. Piccoli villaggi autonomi e indipendenti dove il tempo sembra essersi fermato. Un viaggio destinato per chi è alla ricerca di qualcosa di autentico e insolito.
 
Nate nel 1400 si identificano con il termine Masserie, dal latino massae, ovvero un insieme di costruzioni rurali e di terreni di proprietà del dominus che le affidava al massaro che si occupava dei lavori agricoli e zootecnici. Il Territorio delle 100 masserie racchiude tantissimi edifici tipici del territorio pugliese, defilati rispetto ai principali centri abitati. Sono composti da un corpo centrale a cui solitamente è annessa un’aia ovvero una piazza centrale come luogo di aggregazione e festa e da tante piccole unità oltre che da una piccola cappella dove dopo il lavoro, le famiglie si ritrovavano per momenti di preghiera.
 
Oggi, ripercorrere la Green Road, vuol dire viaggiare nel tempo e avere la possibilità di sognare ad occhi aperti proprio come in un film neorealista. Lontani dal traffico, dallo stress e dal caos della vita quotidiana nel Territorio delle 100 masserie si possono scegliere cinque itinerari: delle masserie, dei briganti, delle gravine, dei santi e infine naturalistico. Riscoprire origini e antiche tradizioni pugliesi con la complicità di chi ha deciso di contribuire alla rivalutazione di questi luoghi stupendi. Il territorio che racchiude queste affascinanti 100 masserie si trova esattamente tra i comuni di CrispianoStatte e Mottola.
 
Masseria Qui ut deus, Masseria Amastuola, Masseria Mita, il Complesso della Masseria Vallenzo, sono solo alcune delle tappe imperdibili di questo tour. Tra una masseria e l’altra ci si imbatte in meravigliose campagne, cappelle con affreschi antichissimi, siti archeologici, scenari romantici e buon cibo. Cultura, tradizioni e natura selvaggia e incontaminata si fondono con innovazione e rivalutazione del panorama culinario.