Blog

Primavera in Valle d'itria

Primavera in Valle d'itria

08.05.2020

La Valle d’Itria è una porzione di affascinante territorio pugliese che si estende a partire da sud di Bari fino alle province di Brindisi e Taranto. Conosciuta come “Valle dei Trulli”, la sua tipicità è l’alta concentrazione di abitazioni con tetto conico in pietra, tipiche e senza tempo, che sorgono dalla terra rossa fra gli ulivi secolari, oltre che ai muretti a secco. Chi decide di trascorrere un soggiorno in Valle d’Itria potrà conoscere molteplici sfumature di questo territorio carico di charme.
Dall’enogastronomia alla cultura, dal paesaggio all’artigianato, dalla natura allo sport, la Valle d’Itria è ricca di specialità e di esperienze da provare che la rende, senza dubbio, destinazione di viaggio adatta a tutti i tipi di viaggiatori.

Di seguito vi presentiamo una guida per godere della bellezza della Valle d’Itria a 360 gradi.

Vi consigliamo di partire da Alberobello, considerata la capitale della Valle d’Itria e sito UNESCO dal 1996. Il caratteristico centro storico di Alberobello è ricco di trulli, che formano degli agglomerati urbani, a differenza di quelli nella campagne più isolati. I trulli hanno sui loro tetti conici dei simboli particolari, ognuno col suo significato. Camminando fra i due Rioni, Aia piccola e Monti, ti sembrerà di essere immerso in una fiaba.
https://www.turistinpuglia.it/it/scheda-tour/4/visitare-alberobello-e-i-trulli-in-un-giorno-con-un-walking-tour
Se vi trovate nel periodo di Carnevale non perdete l’occasione di andare a Putignano, a due passi da Alberobello. Il Carnevale di Putignano è il più famoso di Puglia e uno dei più antichi d’Europa, con le sue sfilate di maschere e di carri allegorici fatti in cartapesta, un evento divertente per adulti e bambini!
Noci, Locorotondo e Cisternino sono tre incantevoli borghi distanti pochissimi km l’uno dall’altro, dove una passeggiata è d’obbligo per fare un salto nel passato e per conoscere fino in fondo questo territorio e la sua storia. Locorotondo e Cisternino hanno ottenuto il riconoscimento di “Borghi più belli d’Italia”.
Un’altra meta da non perdere sono Le grotte di Castellana, un complesso di cavità carsiche sotterranee, un vero spettacolo della natura! Attraverso dei percorsi guidati, si ha la possibilità di scoprire l’origine di questo luogo formatosi circa cento milioni di anni fa e di ammirare stalattiti e stalagmiti, cristalli preziosi, canyon e fossili.
Ostuni è una delle città più famose e frequentate dell’intera regione, il suo caratteristico centro storico sorge su un altopiano rivolto verso il mare. Camminando attraverso i suoi vicoli che si arrampicano fino ad arrivare alla bellissima cattedrale si possono ammirare esempi di arte e architetture tipiche locali, come le abitazioni basse dipinte di calce bianca. A soli 15 minuti di distanza si trova Ceglie Messapica. Fondata nel XV sec, ha ottenuto il riconoscimento di città d’arte e gastronomia. La sua storia e i suoi monumenti, che ancora oggi dominano la città, come il castello ducale, stupiscono i suoi visitatori.
Spostandosi in provincia di Taranto troviamo la graziosa Martina Franca, eletta comune durante il principato di Filippo d’Angiò nel ‘300,  con una curiosa storia tutta da scoprire. Nel suo centro storico si ha l’opportunità di scoprire l’arte romanica pugliese e barocca attraverso i suoi monumenti, i palazzi e le chiese. Uscendo dalla cittadina si trova Bosco delle pianelle, che si estende su una superficie di seicento ettari visitabili a piedi attraverso percorsi segnati o in mountain bike per i più esperti.

Se vi state chiedendo cosa fare in questa meravigliosa terra, di seguito vi proponiamo una serie di attività ed esperienze per adulti e bambini:

Il territorio pianeggiante e la costa permettono di viaggiare fra le campagne e le città in sella, noleggiando una bici o una e-bike o partecipando alle escursioni guidate in bici, adatte a tutta la famiglia.
Gli amanti del mare potranno raggiungere la zona di Ostuni, il Parco naturale delle dune costiere, la costa merlata o Torre guaceto, per rilassarsi con un buon libro in spiaggia, oppure partecipare alle escursioni guidate per conoscere flora e fauna del territorio.

Se, invece, il vostro viaggio è culturale, delle guide esperte e multilingue vi potranno accompagnare alla scoperta delle cittadine sopracitate in visite a piedi durante le quali conoscerete gli angoli più caratteristici dei borghi e le loro curiosità storiche.

Gli appassionati della vita rurale trovano qui pane per i loro denti. Infatti questa zona è anche famosa per la presenza di bellissime “Masserie”: antiche ville dove un tempo abitavano la famiglia del proprietario terriero e coloro che ci lavoravano. Oggi queste masserie sono per lo più strutture ricettive, che aprono le porte ai visitatori per lasciare ammirare i frantoi ipogei, gli uliveti secolari, o per partecipare ad una cooking class di piatti e prodotti tipici. La cucina pugliese qui non ha segreti, potrete imparare a preparare la pasta a mano o fare una focaccia, i panzerotti e primi piatti con l’aiuto di chef pugliesi.
https://www.turistinpuglia.it/it/scheda-tour/134/lezione-di-cucina-in-masseria-ad-alberobello
L’olio e il vino sono due prodotti essenziali dell’alimentazione e della cultura di questa terra e se desideri trascorrere un pomeriggio alla loro scoperta, potrai farlo visitando un frantoio o una cantina. 4 sono le DOC che disciplinano e tutelano la produzione di vino in questa zona: Locorotondo, Brindisi, Martina Franca e Ostuni e i principali vitigni sono Verdeca, Fiano Minutolo e Bianco d’Alessano. 

Ci sono differenti soluzioni per il pernottamento in Valle d’Itria:

Dormire in un trullo è una delle cose da fare almeno una volta nella vita. https://www.turistinpuglia.it/it/scheda-tour/37/alberobello-dormire-nei-trulli
Che sia ad Alberobello o in campagna l’esperienza è magica: alzarsi al mattino avvolti dal fascino di questa architettura particolare, fare colazione all’aperto all’ombra di una quercia… da non perdere!
Se amate la tranquillità e il silenzio vi consigliamo di dormire in una Masseria in campagna, se invece volete svegliarvi con il profumo del mare, la costa offre molteplici strutture ricettive: campeggi, villaggi e hotel. 

Ed infine, ma non meno importante… vi consigliamo cosa mangiare
La cucina pugliese è famosa in tutto il mondo per i suoi piatti e i suoi prodotti come l’olio extra vergine d’oliva e la mozzarella e tantissime altre delizie: seduto al tavolo di un ristorante potrai chiedere come antipasto delle “friselle” con pomodoro olio e origano, del capocollo di Martina Franca accompagnato da cacioricotta e taralli; come primo le immancabili orecchiette con cime di rapa o, se preferisci il pesce, ai frutti di mare; per secondo potrai ordinare delle “bombette” di Cisternino, delle gnumeredde o una buona impepata di cozze, accompagnati da conserve di verdura e “lampascioni” fritti; il digestivo tipico è il “rosolio”, un liquore aromatizzato usando petali di rosa e frutta di stagione. Il pranzo è servito!