Pasqua in Puglia tra riti della Settimana Santa, tour ed escursioni all’aria aperta

Pasqua in Puglia

Quando si avvicinano le festività pasquali e la primavera, la Puglia diventa magica in attesa dell’estate 

Solitamente le festività pasquali sono un’ottima occasione per concedersi una gita fuori porta o un breve weekend per inaugurare la stagione primaverile. Pasqua in Puglia? Sono tanti i posti da visitare…

Quando cade Pasqua 2023?

Il giorno di Pasqua 2023 cadrà il 9 aprile, mentre la Pasquetta il 10 aprile

Di solito in questo periodo in Puglia si respira un’atmosfera particolarmente raggiante, di attesa e speranza.  

Per i cristiani, dopo il periodo di Quaresima esplode la gioia per la Resurrezione. Tutto viene ripercorso attraverso i riti della Settimana Santa in Puglia. Da nord a sud della regione tanti borghi e città si animano con riti e rievocazioni caratteristici. 

I riti della settimana santa in Puglia

A partire dal venerdì, la Processione dei Misteri mette in “Scena”, quasi in forma teatrale gli ultimi momenti della vita di Cristo dalla passione, alla morte, fino alla resurrezione e ascensione, attraverso l’utilizzo di antiche statue lignee, che vengono sostenute dai fedeli e dagli appartenenti ad antiche Confraternite. 

Si indossano tuniche, cappucci e spesso scalzi, insieme alle donne che piangono e si lamentano come nelle antiche marce funebri. 

Non dimentichiamo poi le varie processioni in onore della Madonna dell’Addolorata o Desolata la cui caratteristica della statua lignea è di essere vestita con abito a lutto, di stoffa nero e con un pugnale che trafigge il cuore, la cui devozione è davvero sentita. 

Diventa così un evento religioso misto a tradizioni folkloristiche, che creano uno scenario davvero coinvolgente sia per i fedeli e le comunità, che per gli stessi turisti. 

 

Pasqua in Puglia

Cosa vedere in Puglia a Pasqua?

Pasqua in Puglia: Processione dei misteri di Andria

Tra i riti religiosi pasquali più suggestivi una menzione speciale va alle città di Canosa di Puglia, Andria, Taranto,   Molfetta, Ruvo di Puglia e Gallipoli.

Il venerdì Santo la processione di Andria è tra quelle da non perdere per assistere ad una via Crucis tra le più suggestive.  

Il rito parte nel tardo pomeriggio tra le vie del centro e coinvolge tutta la comunità. Molti fedeli insieme ai confratelli trasportano sulle spalle tutte le 8 statue lignee del ‘700 che raccontano i vari momenti della Passione, precedute da 20 croci lignee dipinte, anch’esse portate a spalla dalla Pia associazione dei Crociferi. 

Chiude il corteo il Vescovo con la teca che racchiude la Sacra Spina, reliquia presente in città dal 1308, donata dalla principessa Beatrice d’Angiò. 

Chi dovesse trovarsi ad  Andria dovrebbe  visitare Castel del Monte, magari soggiornando in agriturismo per godersi anche il pranzo di Pasqua in Puglia 

Pasqua in Puglia: le processioni della Settimana Santa a Molfetta

A Molfetta vi è un’antica tradizione che ha inizio nel cuore della notte alle 3, le cui statue vengono sostenute a spalla con un incedere lento sulle note di marce funebri. Si tratta di una rievocazione religiosa e storica che fonda le sue radici almeno nel 1700 e per altri aspetti molto più antica.

Pasqua in Puglia: l’Inno della Desolata a Canosa di Puglia

Particolare è il rito del sabato mattina per l”Inno alla Desolata” a Canosa di Puglia, quando di buon mattino si porta in processione la statua della Madonna dell’Addolorata, preceduta da bambini vestiti da angioletti, mentre dietro la Statua un cospicuo numero di donne vestite di nero a anche con il volto coperto, urlano una versione dello Stabat Mater di Jacopone da Todi, creando un’atmosfera davvero emozionante e ricca di pathos, che viene placata solo dalla contemplazione del dolore della Madonna.

La processione del Cristo Risorto di Ruvo di Puglia

La domenica di Pasqua a Ruvo di Puglia, si svolge la processione del Cristo Risorto con la scoppio delle Quarantane. Quest’ultime sono dei fantocci con sembianze di vecchie signore vestite di nero, che vengono appese agli incroci delle strade il primo giorno di Quaresima come simbolo di penitenza e che il giorno di Pasqua vengono fatte esplodere come simbolo di rinascita.

Pasqua in Puglia: La processione della Beata Vergine Addolorata di Taranto

Scendendo più a Sud verso il mare Ionio, una tappa merita Taranto e la suggestiva e coinvolgente processione della Beata Vergine Addolorata, portata in processione dalla mezzanotte tra il Giovedì e il Venerdì e, pensate, dura 14 ore.

 Parte dalla chiesa di San Domenico nella città vecchia per giungere nella parte nuova della città.

Il corteo vede la partecipazione oltre che dei fedeli di 2 confraternite di San Domenico e di Maria S.S. Addolorata, il cui abbigliamento è composto da tuniche bianche, incappucciati e una corona di spine finta nera sul capo, che rende tutto molto emozionante grazie anche al suono particolare di uno strumento musicale in legno, “La Troccola” che apre la processione. 

Taranto potrebbe essere un bel punto di partenza per visitare Alberobello, Ostuni o Matera. 

Pasqua in Puglia

La processione di Taranto

 

Pasqua in Puglia. Gallipoli e la processione dei Misteri Dolorosi

Verso il mare a Gallipoli  a partire dal tramonto del Venerdì Santo possiamo assistere alla processione delle statue dei Misteri Dolorosi, che termina la notte del sabato. 

Il corteo è accompagnato dal suono della “Trozzulla”, realizzato in legno con sonagli metallici, da un tromba e da un tamburo stonato. 

All’alba poi del sabato prosegue la processione della Desolata, questa volta la statua è seduta su un trono ai piedi del crocifisso trasportata dai confratelli di Santa Maria della Purità, gli “incappucciati”. Suggestivo è l’incontro della statua della Desolata con quella del Cristo Morto, per l‘estremo e ultimo saluto, nella piazza della Chiesa con il mare che fa da sfondo ad un momento di grande commozione e partecipazione della comunità.

Come detto per il secondo anno consecutivo molti di questi riti saranno annullati o fortemente ridimensionati.

Offerte Pasqua e Pasquetta in Puglia: cosa fare

Le festività pasquali aprono le porte alla stagione più attesa dell’anno, la primavera, quando le temperature si fanno più calde e i paesaggi si colorano di vegetazione in fiore. 

Certamente sono ideali per svolgere visite guidate a piedi nei centri storici della nostra splendida regione.

La stagione che precede l’estate ha un fascino particolare e partecipare ad uno dei nostri tour guidati potrebbe essere una occasione per ritrovare quella normalità che abbiamo perso da tanto tempo.

 Le nostre visite guidate hanno una durata media di 2 ore e ti permettono di conoscere, senza girovagare a vuoto, i punti più salienti di una città “conditi” di racconti ed aneddoti della guida turistica. Anche gli stessi pugliesi non sempre conoscono davvero bene la propria regione e gli aneddoti locali.

Per gli amanti della natura avevamo pensato di organizzare il trekking per Pasqua  a Castel del Monte  ed il Trekking di Pasquetta in Puglia in prossimità del maniero federiciano, ma come già detto queste due attività al momento si faranno più in là per via delle ultime limitazioni poste dal governo per l’emergenza sanitaria.

In alternativa si potrebbe optare per un bel giro in barca a Polignano a mare o un giro in barca a Santa Maria di Leuca per rilassarsi e ammirare il paesaggio. 

Pasqua in Puglia per famiglie: attività per bambini

Sia le visite guidate che le attività in natura sono indicate per le famiglie con bambini perchè poco impegnative e allo stesso tempo molto educative. I bambini soprattutto hanno bisogno di riprendere il contatto con la natura dopo tanti mesi altalenanti tra didattica a distanza ed isolamento domiciliare. 

Abbiamo tutti bisogno di spensieratezza e normalità, perciò se le normative lo consentiranno, ci meritiamo una boccata d’ossigeno nel pieno rispetto delle regole. 

Pasqua in Puglia: tutti gli eventi della settimana santa 

GROTTAGLIE

Mostra fotografica ”Settimana Santa in Puglia”

GALLIPOLI

Processione del Venerdì Santo

MANDURIA

La Processione dei Misteri

CASTELLANA GROTTE

I Riti della Settimana Santa a Castellana Grotte

SANNICANDRO DI BARI

In Passione Domini

CANOSA DI PUGLIA

Processione della Desolata

ORIA

Riti della Settimana Santa

MONTE SANT’ANGELO

Il patrimonio immateriale dei riti della Settimana Santa sul Gargano

GINOSA

Passio Christi

BITONTO

Passionis Tempora

Le marce funebri della tradizione bitontina

SUPERSANO

Settimana Santa

PALESE

Riti Pasquali

BITRITTO

I suoni della Settimana Santa

BITONTO

E’ compiuto

Racconti dal Golgota

PALO DEL COLLE

Settimana Santa

CORATO

Settimana Santa 2022

Percorsi delle Processioni Penitenziali

GIOVINAZZO

Processione della Passione del Signore

CASTELLANETA

Dolori di Maria 2022

VICO DEL GARGANO

Venerdì Santo

SUPERSANO

Settimana Santa

SUPERSANO

Istantanee di Passione

CORATO

Maria Santissima della Pietà

CORATO

Venerdì Santo

CASTELLANETA

I Riti della Settimana Santa a Castellaneta

La storia, le tradizioni della nostra città

PALESE

Crucifixerunt Eum

Concerto di marce funebri

MOLFETTA

Mater Dolorosa

RUVO DI PUGLIA

Mater Dolorosa

BITONTO

Mater dolorosa

Mostra d’arte e devozionale

ALESSANO

Canti di Passione

BARI

Note di Passione

Concerto Quaresimale di marce funebri

BITONTO

Passionis Musica

Concerto delle Palme

BISCEGLIE

LA PASSIONE NEI RESTAURI

conferenza sui riti della Settimana Santa

BISCEGLIE

BATTITI DI PASSIONE

conferenza/concerto

BITONTO

Calendario Eventi ”Settimana Santa Bitonto”

BISCEGLIE

Mostra di Arte Sacra

Museo Diocesano

CASTELLANETA

Le Sette Bambole della Quaresima

Mostra itinerante

MOLFETTA

Francesco Stanzione presenta ”IPOTESI PER UNA PATERNITÀ DEI MISTERI DELLA VENERABILE ARCICONFRATERNITA DI S. STEFANO IN MOLFETTA”

Un approfondimento sui cinque Misteri

MOLFETTA

Prima che il gallo canti

Rassegna del teatro del sacro

Aggiungi un commento

Your email address will not be published.

Articoli recenti

Lasciati guidare in Puglia